ISA Modena - Istituto Superiore di Aplomb

Grazie a discipline come aplomb, shiatsu e yoga, ti offriamo gli strumenti per migliorare il tuo stato energetico e il tuo benessere fisico. More »

Shiatsu

Shiatsu, pratica di massaggio giapponese che utilizza la pressione delle mani sui canali energetici della Medicina Tradizionale Cinese... More »

Aplomb

Appiombo - essere in asse - è la posizione corretta del corpo in tutte le circostanze della vita quotidiana, cioè il naturale equilibrio nella forza di gravità. More »

Yoga

La plurimillenaria filosofia Yoga offre un metodo pratico (HATHA YOGA) di sblocco fisico, di tonificazione, di rilassamento delle tensioni. More »

 

Etnografia

Archivio degli incontri etnografici organizzati da Isa Modena

============================

Martedì 6-20-27 Agosto 2013
Canti, Balli e musiche tradizionali

in Piazza Pomposa – Mo, ore 21,30
Scarica il programma completo, cliccando QUI
balli
============================

Le Cente: Il trasporto sulla testa in Italia

CenteNel 1994 ho iniziato la mia ricerca in Italia, ricerca imperniata sui metodi che l’uomo ha da sempre adottato per trasportare pesi. Fin dai tempi più antichi esso si è dovuto ingegnare per trasportare quanto gli era necessario per il proprio lavoro e per lo svolgimento delle comuni attività quotidiane.
Il territorio ha influito in modo significativo: nelle zone montuose e impervie, dove i collegamenti erano molto difficili, le strade non esistevano oppure erano molto strette e l’unica possibilità di trasporto era l’utilizzo dei muli.
Chi non li possedeva aveva una sola alternativa, ricorrere al trasporto manuale: a spalla, sulla testa oppure utilizzando utensili molto semplici come il bilanciere o il basto.
Scarica la ricerca completa.
============================

Luglio 2012

I “ballerini della leggera” Roberta Cappi e Gino Pennica,
spiegano ed insegnano i balli tradizionali emiliani, alla riscoperta etnografica delle nostre radici.

Servizio di Sport Revolution TV.

============================
Sabato 12 aprile ore 17

il maggio e le feste di primavera nella tradizione europea e locale

presso il Centro Sociale Anziani e Orti Buon Pastore – sala di via Panni n. 202
l’uovo e la sua simbologia nella tradizione popolare, i riti del “maggio” nelle sue diverse formulazioni
(lirico, drammatico, sacro e profano)
Relatori:
Gian Paolo Borghi – direttore del Centro Etnografico di Ferrara
Maria Chiara Periotto – operatore per i beni culturali

============================
mercoledì 4 aprile 2012 alle ore 20,45

Il Carnevale di Benedello
una “rilettura” sul piano simbolico edetnomusicologico di un antico “Carnevale di tradizione”.

ll Relatore: Giuliano Biolchini
La ricerca focalizza l’attenzione sugli aspetti antropologici, storici, etnomusicologici, rituali e simbolici di un
antico Carnevale documentato archivisticamente già dalla fine del ‘XVIII sec. Questa manifestazione popolare,
che si svolge tuttora a Benedello attorno al “Bal di Màscher” (Ballo dei Mascheri), festeggia nella logica
del mondo agricolo la fine degli stenti alimentari, il risveglio della natura, degli amori, con riti augurali
legati al cambio delle stagioni secondo un concetto “ciclico” del tempo. Il fuoco purificatore del rogo finale
della “vecchia” sancirà la morte del Carnevale e per analogia dell’inverno costretto a lasciare spazio alla
primavera.

mercoledì 11 aprile 2012 alle ore 20,45
Analisi comparativa dei carnevali alpini in un’ipotesi di continuità
con alcuni presenti nel territorio Veronese.
ss Relatore: Alessandro Norsa
Il Carnevale ha origini storiche antichissime che si perdono laddove finiscono i dati storici ed iniziano le interpretazioni.
Elemento di congiunzione tra il ciclo stagionale e quello della vita delle persone, il Carnevale
era il naturale momento di passaggio dall’inverno alla primavera, che segnava quindi il confine tra la fine
del “Brutto” e l’inizio del “Bel” tempo; ma era anche con questo periodo che, oltre alla vita vegetale, nell’immaginario
collettivo si risvegliavano i sensi ed i desideri di corteggiamento.

============================
Sabato 18 aprile 2009
alle h. 17,30

Giulio Cesare e il mondo popolare

nella Sala Riunioni di Via Padova 149
Incontro con Gian Paolo Borghi e Maria Chiara Periotto

nel quarto centenario della sua scomparsa (1609-2009) cantastorie, scrittore,
commediografo conquistò grande notorietà con una storia ambientata alla corte di Re Alboino:
“ Le astuzie di Bertoldo e le semplicità di Bertoldino”

Gian Paolo Borghi è direttore del Centro Etnografico di Ferrara
Maria Chiara Periotto è operatore per i beni culturali

============================
sabato 22 Novembre 2008

Dai giullari ai busckers

aspetti dello spettacolo musicale dalla tradizione alle nuove esperienze
nella Sala Riunioni di Via Padova 149 dalle ore 17,30
incontro con
GIAN PAOLO BORGHI direttore del centro Etnografico di Ferrara
MARIA CHIARA PERIOTTO operatrice per i beni culturali

============================
Sabato 23 Febbraio 2008 alle h. 17,00 nella Sala Riunioni di Via Padova 149

Dalla maschera alla mascherata

per un’antropologia della tradizione carnevalesca

Incontro con Gian Paolo Borghi e Maria Chiara Periotto
L’incontro verterà anche sulla illustrazione delle principali maschere tradizionali italiane e si soffermerà sui rituali carnevaleschi nella nostra regione e nel modenese

Gian Paolo Borghi è direttore del Centro Etnografico di Ferrara
Maria Chiara Periotto è operatore per i beni culturali

============================
sabato 25 novembre 2007 ore 17,30

Il Carnevale e le tradizioni dell’inverno

conferenza sul Carnevale in Italia e in particolare su quello dell’Appennino modenese con  riferimento ai riti di Benedello e del Frignano  (il processo, il rogo della “Vecchia” e il ballo di fine carnevale)
sala di v. Padova, 149

Relatori
Dott. Gianpaolo Borghi – direttore del Centro Etnografico del Comune di Ferrara
Dott.ssa Chiara Periotto – ricercatrice etnografica

============================
SABATO 16 GIUGNO 2007 – ORE 15,00

Il Carnevale tradizionale nell’appennino modenese e reggiano

esperienze, studi e ricerche
SALA RIUNIONI DELLA COMUNITÀ MONTANA DEL FRIGNANO PAVULLO NEL FRIGNANO (MO)

Saluto dell’assessore alla cultura della Provincia di Modena Beniamino Grandi
Introduzione del Presidente del GAL Luciano Correggi Gian Paolo Borghi
Centro Etnografico Comune di Ferrara Il carnevale di carta: una guida bibliografica della tradizione Appenninica Modenese e Reggiana
Remo Melloni – Piccolo teatro di Milano Carnevali e teatro emiliani
Renzo Zagnoni – Centro Studi Alta Valle del Reno: Tradizioni Appenniniche di confine
Maria Chiara Pierotto Archivio Nazionale Motteggiana – Mn
Il mascheramento: antropologia e biologia di un’abitudine millenaria
Giuliano Biolchini Insegnante etnomusicologo
La musica nelle feste calendariali dell’Appennino modenese tra 800 e 900
Conclusioni del Sindaco di Pavullo Romano Canovi
Avvio dei lavori e moderatore: Gualtiero Lutti – Direttore del GAL

============================
Sabato 8 Aprile 2006, ore 17,30
nella Sala Riunioni di Via Padova 149
Incontro con Gian Paolo Borghi e Maria Chiara Periotto

Orti, alberi e foreste

Un percorso attraverso la natura nella cultura tradizionale: le fasi lunari e le coltivazioni, i riti degli alberi e gli uomini “selvaggi” nei boschi

Gian Paolo Borghi è direttore del Centro Etnografico di Ferrara
Maria Chiara Periotto è operatore per i beni culturali